Linfodrenaggio Manuale Terapeutico

 

Il Drenaggio Linfatico Manuale (DLM) o Linfodrenaggio Manuale è una particolare metodica fisioterapica, una tecnica manuale che ha molteplici

potenzialità ed applicazioni in medicina e che si propone di coadiuvare quello che è il fisiologico drenaggio operato dal nostro organismo, per mezzo della rete capillare linfatica, dei linfangioni e dei vasi linfatici principali.

Nelle situazioni cliniche in cui il sistema linfatico risulti danneggiato organicamente o funzionalmente (perché sovraccaricato), possiamo intervenire con questa tecnica per cercare di ripristinare l'equilibrio micro-macrocircolatorio, nei casi in cui questo naturalmente sia possibile.

Le manovre del DLM eseguono uno schema prestabilito. Prima si esegue lo svuotamento delle stazioni linfonodali quindi l'apertura delle botole endoteliali per facilitare l'ingresso delle macromolecole proteiche e infine una spinta a bassa pressione in senso centripeto dei liquidi. Attualmente le tecniche più utilizzate sono quelle di Vodder e Leduc e recentemente quelle messe a punto dalla Scuola australiana di Casley-Smith , tedesca di Foeldi e da altre equipes di Grenoble e Parigi.

 

Pertanto le finalità del DLM sono le seguenti:

 

  • Aumentare la capacità di trasporto linfatico.

  • Incrementare la rete dei collaterali linfatici attraverso lo shunt di vie anastomotiche linfolinfatiche e linfovenose.

  • Decongestionare i tessuti attraverso manovre specifiche per le aree fibrotiche.

Indicazioni

  • Edemi linfostatici dopo asportazione di stazioni linfatiche principali (sindrome post-mastectomia o linfedema degli arti inferiori dopo asportazione della stazione inguinale).

  • Patologie del tessuto connettivo: artrite reumatoide, sclerodermia, sindromi da intrappolamento (sindrome del tunnel carpale ecc.), PEFS o Cellulite .

  • Edemi post-traumatici e post-trombotici.

  • Algoneurodistrofia.

  • Turbe circolatorie congenite.

  • Edemi ed ematomi post-chirurgia estetica.

  • Ottimizzazioni del processo cicatriziale.

  • Affezioni dermatologiche .  

  • Preparazione ad interventi chirurgici di liposuzione e per flebopatie.

La Massoterapia è una tecnica riabilitativa e preventiva che si fonda essenzialmente sull’applicazione di massaggi. Con questo termine si include infatti l’insieme di cure realizzato tramite massaggi a varie parti del corpo. 

 

Perché si fa ricorso a questa tecnica?

Essendo una delle terapie più antiche e diffuse, ha una larga applicazione nella cura dei traumi e delle malattie. Viene utilizzata per ridurre la fatica, incrementare la capacità di recupero degli atleti e per rilassare i muscoli (specie per chi soffre di stress e tensione muscolare). Determina uno stato di rilassamento generale a livello psicofisico. 
 

Come si svolge?

Sfioramento
La manovra con cui si avvia e si termina il massaggio. Consiste solamente in uno scivolamento della mano sulla pelle, senza pressione. Con lo sfioramento si predispone il paziente alle manovre successive.

Sfregamento
Si incrementa la pressione sulla cute. E’ fondamentale perché anticipa e conclude ogni altra manovra

Frizione
Si distingue dall’azione precedente in quanto la mano del terapista mantiene continuamente il contatto con la pelle ed effettua una frizione sullo strato superficiale e su quello profondo. 

Impastamento
Questa manovra (applicabile su massa muscolare) consiste nel pinzare, sollevare e spostare in maniera trasversale il muscolo esercitando una pressione del pollice contro  le dita della mano contrapposta. 

Pressione
Si esercita tramite una pressione perpendicolare alla pelle del paziente e facilita il riassorbimento nei casi di edemi o difetti vascolari. 

Percussione
Si attua tramite una serie di picchiettamenti rapidi e veloci delle dita. Determina un netto miglioramento della vascolarizzazione muscolare ed è consigliata in lesioni che hanno causato ipotrofia.

Vibrazione
La vibrazione si effettua con movimenti brevi e rapidi, tesi a sbrogliare le aderenze fra i muscoli.
 

Quali benefici procura la massoterapia?

La massoterapia produce un sensibile miglioramento della vascolarizzazione, aumenta l’elasticità della pelle e dei muscoli, determina un effetto rilassante e riesce ad alleviare il dolore con un effetto sedativo. Non solo migliora la circolazione linfatica ma scoglie le contratture muscolari.


Crea il tuo sito Gratis, Facile e Professionale!
www.onweb.it